Pulizia e disincrostazione delle pareti e del fondo piscina. - 10/07/2013

 

Azioni Principali:


1. Tenere controllato il livello dell'acqua e mantenerlo nei limiti prestabiliti intervenendo manualmente se non si è dotati di impianto automatico.


2. Togliere dai cestelli degli skimmers i corpi estranei come insetti, foglie e carte. Controllare anche il cestello di prefiltro all'interno della pompa. Eseguire le operazioni a pompa spenta. Usare un retino di superficie per raccogliere ciò che galleggia sull'acqua ed un retino di fondo per lo sporco sul fondo.


3. Controllare che la pressione del filtro si mantenga come indicato nei manuali d'uso. Se la pressione risulta elevata eseguire il controlavaggio, se si hanno filtri a sabbia o diatomee, mentre per i filtro a cartuccia o a calza, smontarle e pulirle con acqua a pressione. Il controlavaggio serve ad invertire il flusso all'interno del filtro e permette di rimuovere i detriti ed i corpi estranei depositati al suo interno. Il materiale rimosso viene espulso dall'impianto insieme all'acqua del controlavaggio.


4. Aspirare lo sporco depositato sul fondo della vasca. Per questa operazione esistono diversi sistemi sia automatici che manuali. Alcuni sfruttano la forza aspirante dello skimmer, o di una presa aspirafango, al quale vengono collegati con un tubo flessibile galleggiante e che permettono di inviare l'acqua nel filtro, altri sono con filtri autonomi.


5. Spazzolare le pareti per rimuovere il rigo scuro che può formarsi al livello dell'acqua. Questa linea è generata solitamente da sporco e calcare ed è preferibile rimuoverla settimanalmente con un prodotto particolare, PULITORE BORDO VASCA. Nel caso l'incrostazione si fosse già formata e quindi fosse troppo dura per essere rimossa semplicemente con la spazzola, intervenire con il prodotto anticalcare DECAP.

 

-

 

La piscina, oltre alla funzione ricreativa, ha una funzione estetica nel contesto dell'abitazione. Di conseguenza ottenere un'acqua cristallina è solo uno degli scopi del proprietario di una piscina, l'altro scopo è che la vasca (pareti e fondo) siano in condizioni ottimali, prive quindi di depositi calcarei e depositi neri sulla battigia, entrambi antiestetici. I primi sono dovuti alla durezza dell'acqua che deposita del carbonato di calcio ed i secondi ai depositi organici che galleggiando sull'acqua si accumulano sulla battigia.

 

 
Allegati