Dimensione Pulito parla dei prodotti per Lavanderia Industriale Unira - 02/12/2014

 

Ottimi risultati, riduzione degli sprechi e soprattutto risparmio energetico sono i must dei detergenti Unira.

 

In una lavanderia l’obiettivo primario è senza dubbio quello di conseguire e garantire nel tempo un buon risultato di lavaggio.

Questo esito si ottiene però solamente facendo affidamento su delle basi di conoscenza solide, sia per quanto riguarda i principi del lavaggio, sia nella gestione delle problematiche che possono insorgere. Ci sono vari modi di ottenere ottimi risultati e possono essere più o meno coscienziosi. La società Unira in ogni suo campo d’attività ha intrapreso da tempo e con decisione una strada che porta verso l’ecocompatibilità, considerando l’inquinamento un problema pressante, sopratutto in un settore che fa un uso massiccio di detergenti. Da produttore, l’azienda ha cercato di utilizzare tecnologie volte alla creazione di prodotti con un carico inquinante ridotto, senza che ciò vada a scapito della loro funzionalità. Questo ambizioso obiettivo all’atto pratico viene perseguito grazie alla pressoché totale eliminazione di tensioattivi e di componenti dannose per gli impianti di depurazione e per l’ambiente come, per esempio, gli sbiancanti ottici, in modo da rispettare le attuali ma anche, a breve, le future regolamentazioni ambientali.

CORRETTO UTILIZZO

Quando parliamo di riduzione degli sprechi, invece, il discorso si fa più ampio. E’ ovvio, infatti, che il primo spreco (e quindi anche costo) da abbattere è quello dei detergenti usati in modo sbagliato e spesso anche eccessivo. Non va sottovalutato, però, anche lo spreco relativo alla biancheria che, lavata con procedure aggressive, si deteriora rapidamente, provocando contrattempi nel ciclo di lavaggio (come la pulizia troppo frequente dei filtri dell’essiccatore), costringendo, inevitabilmente, a una frequente sostituzione. Un altro spreco a cui i prodotti di Unira riescono a dare taglio drastico, è il dispendio energetico necessario all’ottenimento di determinate temperature dell’acqua di lavaggio. Grazie alle formulazioni innovative dei suoi detergenti, infatti, le lavanderie industriali riescono a lavare con successo a temperature molto inferiori rispetto alla consuetudine, con un conseguente elevato risparmio energetico, che può arrivare anche al 50%. Tutte questi miglioramenti sono coadiuvati dalla scelta dell’impresa di affidarsi totalmente a prodotti liquidi, accantonando i tradizionali prodotti in polvere. I vantaggi di questa decisione sono molteplici ma il principale è l’eliminazione delle apparecchiature per la miscelazione delle polveri, con conseguente riduzione degli ingombri, minore impiego di energia, minore perdita di tempo degli addetti ai lavori e completa automazione del sistema.

DETERSIVI E AMMORBIDENTI

Fra le proposte di Unira per le LAVANDERIE INDUSTRIALI troviamo SAPONE CONCENTRATO N.11, detersivo a ristretto impatto ambientale. Concentratissimo, pulisce e sbianca pur non contenendo sbiancanti ottici. Non crea problemi agli impianti di depurazione. Essendo utilizzato solo in lavanderie industriali, l’impiego varia in funzione di molti parametri, pertanto si può considerare da 0,5/10 gr. per ogni chilo di biancheria asciutta.

Un additivo per lo sgrassaggio di tessuti ad alta concentrazione e forte potere imbibente è lo SGRASSANTE FORTE N.12.

PUFF PIU', invece è un ammorbidente concentrato profumato, per ogni tipo di biancheria, da impiegarsi per il lavaggio a mano e in lavatrice. Abbatte i residui di schiuma rimasti nella biancheria a fine lavaggio. Elimina l’infeltrimento e le cariche elettrostatiche. Sanitizza e rende particolarmente morbidi i tessuti.

Per il lavaggio manuale: mettere la biancheria lavata e sciacquata in bagno per 3 minuti in una soluzione all’1% di prodotto.

Per il lavaggio a macchina: aggiungere nell’ultimo risciacquo 5 gr. di prodotto per ogni chilo di biancheria asciutta.

 
Allegati