Manutenzione e pulizia della piscina

 

AZIONI PRINCIPALI


1 - Tenere controllato il livello dell'acqua e mantenerlo nei limiti prestabiliti intervenendo manualmente se non si è dotati di impianto automatico.


2 - Togliere dai cestelli degli skimmers i corpi estranei come insetti, foglie e carte. Controllare anche il cestello di prefiltro all'interno della pompa. Eseguire le operazioni a pompa spenta. Usare un retino di superficie per raccogliere ciò che galleggia sull'acqua ed un retino di fondo per lo sporco sul fondo.


3 - Controllare che la pressione del filtro si mantenga come indicato nei manuali d'uso. Se la pressione risulta elevata eseguire il controlavaggio, se si hanno filtri a sabbia o diatomee, mentre per i filtro a cartuccia o a calza, smontarle e pulirle con acqua a pressione. Il controlavaggio serve ad invertire il flusso all'interno del filtro e permette di rimuovere i detriti ed i corpi estranei depositati al suo interno. Il materiale rimosso viene espulso dall'impianto insieme all'acqua del controlavaggio.


4 - Aspirare lo sporco depositato sul fondo della vasca. Per questa operazione esistono diversi sistemi sia automatici che manuali. Alcuni sfruttano la forza aspirante dello skimmer, o di una presa aspirafango, al quale vengono collegati con un tubo flessibile galleggiante e che permettono di inviare l'acqua nel filtro, altri sono con filtri autonomi.


5 - Spazzolare le pareti per rimuovere il rigo scuro che può formarsi al livello dell'acqua. Questa linea è generata solitamente da sporco e calcare ed è preferibile rimuoverla settimanalmente con un prodotto particolare, PULITORE BORDO VASCA. Nel caso l'incrostazione si fosse già formata e quindi fosse troppo dura per essere rimossa semplicemente con la spazzola, intervenire con un prodotto anticalcare come DECAP.