A cosa servono gli ADDITIVI e gli SBIANCANTI in Lavanderia?

 

Gli additivi o coadiuvanti del lavaggio, sono tutti quei prodotti che rafforzano l'azione lavante migliorando l'aspetto del bucato.

 Lavanderia

 

I PIU' USATI SONO:


- Prodotti per prelavaggio: si usano prima di procedere con il bucato, sulle macchie o sulle zone più sporche, come polsini e collo. Il sapone da bucato, è uno fra i più tradizionali ma negli ultimi anni è stato affiancato da prodotti liquidi, gel o spray, che offrono il vantaggio di non dover strofinare il tessuto dopo l'applicazione e di agire su macchie di diversa natura.


- Candeggina: la candeggina a base di cloro ed è l'additivo più tradizionale. Gli aspetti positivi sono un costo molto basso, un elevato potere smacchiante ed igienizzante. Quelli negativi sono l'estrema aggressività su colori e tessuti e la sua pericolosità, infatti in base alla concentrazione può essere corrosiva, irritante per gli occhi, per la pelle e per ingestione. Si utilizza in ammollo, prima o dopo il bucato, o nel prelavaggio in lavatrice, è preferibile non utilizzare il prodotto durante il lavaggio con gli altri detersivi.


- Candeggina delicata: prodotto liquido a base di acqua ossigenata che la rende più delicata della candeggina tradizionale. Si può usare anche su capi colorati e tessuti come lana e seta, mettendola direttamente sulle macchie o nel normale bucato con il detersivo.


- Additivi in polvere: vengono usati durante il lavaggio insieme al detersivo e ne aumentano l'efficacia smacchiante soprattutto sulle macchie colorate o ossidate, sono sconsigliati per le fibre delicate come lana e seta. Gli additivi "classici" sono a base di percarbonato o similari, sono più indicati per i capi bianchi e sono attivi a temperature superiori ai 60° mentre gli additivi "color" grazie alle sostanze attivanti sono attivi già a 30°C e quindi possono essere usati anche sui capi colorati da lavare a temperature basse.


- Sbiancanti: prodotti in polvere, da usarsi durante l'ammollo manuale o in lavatrice, soli o con detersivi liquidi, servono a sbiancare i tessuti bianchi, ingialliti o ingrigiti, adatti per seta e lana. Non devono essere usati sui capi colorati.


- Igienizzanti e disinfettanti: sono usati per igienizzare o disinfettare il bucato eliminando i germi che possono proliferare sui capi sporchi. Le modalità d'uso possono variare a seconda dei tessuti da trattare è quindi, necessario, seguire attentamente le istruzioni riportate sulle confezioni.


- Ammorbidenti: vengono aggiunti nell'ultimo risciacquo per rendere i tessuti più morbidi soffici e profumati, diminuiscono l'elettrostaticità e facilitando la stiratura .


- Anticalcare: sono additivi per proteggere la lavatrice dal calcare, rinforzando l'azione anticalcare dei detersivi per lavatrice.


- Solventi smacchiatori: prodotti liquidi usati per sciogliere le macchie, soprattutto quelle di unto o sostanze chimiche, usando un panno come tampone assorbente. I più usati sono trielina, benzina, acetone, acquaragia. Sono sostanze da usarsi con estrema attenzione perché facilmente infiammabili e dannose per la salute.

 

Fra i solventi ci sono:
- l'acqua, normalmente usata per le macchie con elevata acquosità quali le bibite, i gelati, etc.
- l'olio utile ad es. per rimuovere il catrame.


- Smacchiatori a secco: prodotti spray da applicare sulle macchie, sono costituiti da una miscela di solventi e polveri assorbenti.